Banca IMI rilancia sui Bonus Cap

Michela Mercante ITF News

martedì 6 giugno 2017

Credito, auto, energia e tlc in piazza Affari, oltre a due blue chip della borsa tedesca come Deutsche Bank e Volkswagen (vedi tabella sotto). E’ il menu che propone Banca IMI con l’emissione di 8 nuovi Bonus Cap Certificate quotati sul mercato SeDeX di Borsa Italiana a partire dal 6 giugno 2017.


Va sottolineato che i Bonus Cap sono certificati che offrono la possibilità di ottenere dei rendimenti a scadenza (Bonus) in situazioni di stabilità, rialzo o anche limitato ribasso del titolo azionario sottostante, con un orizzonte temporale che, in questo caso, ha una durata di 18 mesi.


Il capitale investito è “Condizionatamente Protetto”, vale a dire che l’investitore riceve un premio purché il sottostante a scadenza abbia un valore maggiore o uguale al Livello Barriera (definito in data di emissione).


In particolare, i Bonus Cap quotati il 6 giugno hanno le seguenti caratteristiche: prezzo di emissione pari a 100 euro, durata di 18 mesi e Barriera osservata unicamente alla data di rilevazione finale, ovvero il 28 novembre 2018 (Barriera Europea).




Si può valutare, a titolo di esempio, il Bonus Cap su Banco BPM (ISIN: IT0005257362). Il certificato pagherà Euro 119,50 (pari a un rendimento lordo annualizzato del 13%) se a scadenza il valore in borsa del titolo Banco BPM sarà pari o superiore a 2.145 euro (ovvero il Livello Barriera). In pratica, la condizione è che il titolo Banco BPM non perda il 25% circa rispetto alle quotazioni attuali.


Al contrario, se il valore del titolo Banco BPM sarà inferiore a 2.145 euro l’investitore subirà una perdita commisurata a quella che avrebbe ottenuto investendo direttamente nell’azione.









 

Tag: BANCHE, CERTIFICATI, INVESTMENT

 
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla newsletter
di ITForum »