Candelona bianca sul Ftse Mib

Pietro Di Lorenzo sostrader.it

lunedì 3 aprile 2017

L’indice FtseMib disegna una candela Long white (rialzista) e tocca livelli che non vedeva dal inizio gennaio 2016. Il listino prosegue il recupero disegnando la quinta candela bianca consecutiva sul grafico settimanale che porta il bilancio del 2017 in netto territorio positivo (+6.54%).

Le Blue Chips che hanno trainato al rialzo nei primi 3 mesi dell’anno sono: Ubi Banca +37,75%, Stmicroelectronics +32,59%, Ferrari +26,13%, Salvatore Ferragamo +25,19%, Moncler +24.2%. In difficoltà invece: Saipem -20,47% e Yoox -17,15%.

Piazza Affari archivia dopo ben 3 anni il secondo trimestre positivo consecutivo mostrando un andamento a due facce con i primi 2 mesi del 2017 vissuti in sordina e un’improvvisa inversione di forza a partire dalla seduta del 27 febbraio quando l’indice (che veniva da una sfilza di sedute negative) riuscì a reagire sui minimi annuali in area 18.500.

Da lì è partito un rally che ha condotto i prezzi a un apprezzamento del 10% circa in 5 settimane.


[Zoom +]

Cosa aspettarsi nel 2° trimestre dell’anno? Il mood del mercato italiano è inconfutabilmente virato al positivo con al formazione di minimi e massimi crescenti a partire dai minimi post Brexit del 27 giugno 2016 in area 15.000.

Due criticità esogene potrebbero, però, minare il moderato ottimismo presente a Piazza Affari e sono l’esito delle elezioni presidenziali francesi in quanto una vittoria della Le Pen potrebbe far implodere l’Unione Europea con effetti nefasti sui mercati; il secondo timore è legato alla fine della luna di miele di Wall Street con Donald Trump: qualora gli operatori perdessero la fiducia nel nuovo presidente c’è il rischio della tanto temuta inversione di tendenza sui mercati Usa che salgono senza sosta da ben 8 anni (a marzo 2008 il Dow Jones valeva 6.500 punti circa contro gli attuali 20.700).


[Zoom +] 

Fra i titoli interessanti, segnaliamo:

BUZZI disegna una Long white che esplode nei volumi e nella volatilità e si riporta a contatto con il bordo superiore del rettangolo sviluppato fra area 22€ e 24.3€ che ingabbia i prezzi da 75 sedute. La fuoriuscita dei prezzi da questo box, innescherà un nuovo impulso direzionale


[Zoom +]

CAMPARI strappa violentemente al rialzo toccando nuovi massimi assoluti. Attendiamo un veloce pull back al fine di individuare un punto di ingresso a più basso rischio


[Zoom +]

Ci attendiamo volatilità su A2A in attesa del Cda bilancio (preliminari il 27/2) e della conference call (13,00). La formazione di nuovi massimi annuali (con il superamento di area 1.43€) potrebbe calamitare nuovi acquirenti


[Zoom +]

AZIMUT fornisce un interessante segnale di inversione disegnando una white Marubozu che esplode nella volatilità a seguito del superamento della trendline ribassista scaturente dai massimi toccati il 25 gennaio a 18€. Possibile un ulteriore allungo verso 17€


[Zoom +]

EXOR, come previsto, accelera a seguito del breakout di area 48€. Chi fosse intervenuto fissi stop loss a 47.6€ e target in area 50€


[Zoom +]

ENAV si riporta a contatto con la resistenza 3.83€. Una chiusura superiore a questo livello, fornirà un significativo segnale di continuazione rialzista


[Zoom +] 


Pietro Di Lorenzo

I segnali della rubrica Buy&Sell su www.sostrader.it
Maggiori info: info@sostrader.it Tel. 081.7803598 Skype: helpdesk.sostrader

 

Tag: ANALISYS, ANALISI TECNICA, AZIONI, AZIONI ITALIA, BORSA, BORSA ITALIANA, BULL OR BEAR, SEGNALI, TRADING, VOLATILITA'

 
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla newsletter
di ITForum »