Chi vince in Europa

Giovanni Cuniberti Gamma Capital Markets Ltd

mercoledì 28 giugno 2017

Nell’ultimo mese il mercato europeo, ben rappresentato dall’indice Stoxx600, ha avuto un andamento ondivago senza una chiara tendenza.

Al contempo, i suoi settori regalano delle sorprese che possono aiutarci a capire quali siano quelli preferiti dalle famose (e spesso enigmatiche) “mani forti”.

L’indice Stoxx600 rimane incanalato in una lateralità ben definita con la forza relativa rispetto al Dax tedesco in continua discesa dal marzo 2016.

In un giugno apparentemente calmo, abbiamo le variazioni più significative sui settori neutrali (indicati ad inizio mese) che sorprendentemente escono dall’anonimato.

Il “modello 52” su base settimanale indica ben 5 cambi di view con Insurance, Healthcare ed Utilities che passano in campo positivo mentre Retail e Basic Resource scendono in territorio negativo insieme ad Oil&gas, penalizzati dalla debolezza della sterlina.




Interessante vedere come la divergenza di rendimento fra Oil ed Utilities sia ben rappresentata a casa nostra dal rapporto Eni (membro dello Stoxx600 Oil&Gas) ed Enel (membro delle Utilities). Dopo un periodo di lateralità, è da marzo che il ratio esprime una preferenza per Enel in linea con quanto indicato dai settoriali da inizio anno.

Ratio Enel-Eni




Un rapporto si può esprimere operativamente aprendo posizioni long di un titolo e short dell’altro, in maniera molto semplice con controvalori uguali o ponderandoli per il beta del titolo rispetto all’indice.

L’indicazione che vorremmo monitorare è capire se e quando possa finire la debolezza del settore Oil che, per sua natura, è spesso presente nei portafogli per gli alti dividendi ma la cui redditività spesso non è sufficiente per poter compensare le perdite in conto capitale. Monitorare il ratio Enel/Eni sarà compito di questa rubrica nei mesi futuri.

Il “Modello 52” ci conferma che lo scenario delle borse europee rimane ampiamente positivo nonostante il rallentamento in atto e che non ci sono nubi all’orizzonte ma in questa fase di congestione è fondamentale monitorare attentamente per cogliere delle opportunità in caso di storno.


A cura di Cuniberti Giovanni
Professore a contratto Facoltà di Economia Torino
Head of Fee Only & Senior Portfolio Manager presso Gamma Capital Markets Ltd
 












 

Tag: ANALISI TECNICA, AZIONI, AZIONI ITALIA, BORSA, COMMODITY, EUROPA, GAS, INDICI, INDICI ESTERI, INDICI ITALIANI, PETROLIO, TRADING

 
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla newsletter
di ITForum »