“Datemi una leva”

Claudio del Dongo ITF News

mercoledì 5 luglio 2017

Una maxi-emissione di UniCredit, lanciata il 3 luglio, che rinforza la gamma di prodotti “a leva variabile” dell’istituto con 100 nuovi Mini Future, di cui 39 su Indici e 61 su Azioni. La nuova emissione allarga certamente le scelte disponibili per gli investitori, sia per il grado di leva finanziaria, sia per le attività sottostanti: si tratta infatti di 49 Mini Long e 51 Mini Short che coprono una gamma di 16 titoli azionari e di tre primari indici europei: l’indice FTSEMIBEurostoxx50 e il DAX tedesco. 


Va sottolineato che i Mini Futures Certificates sono strumenti finanziari che consentono di trarre vantaggio sia dai movimenti rialzisti (Mini Long), che dai movimenti ribassisti (Mini Short), sfruttando l’effetto della leva finanziaria che, pertanto, amplifica le perfomance del sottostante. 


Nei fatti i Mini Futures sono generalmente utilizzati per tre finalità: 

- investimento a medio termine impiegando, grazie all’effetto leva finanziaria, solo una parte del capitale necessario; 
- trading di breve termine per amplificare i movimenti del sottostante al rialzo (Mini Long) e al ribasso (Mini Short); 
- strategie di hedging per coprire posizioni rialziste attraverso una posizione ribassista con impiego limitato di capitale. 


Vediamo nel dettaglio l’offerta:
61 Mini Futures su azioni italiane:
30 Mini Long (rialzisti) e 31 Mini Short (ribassisti) 
Banco BPM, CNH Ind, ENEL, ENI, Ferrari, Generali, Intesa SanPaolo, Leonardo, Mediaset, Mediobanca, STMicroelectronics, Telecom Italia, Tenaris, Terna, Tod’s, Unione di Banche Italiane. 
Leva: le leve sono variabili e dipendono dalla distanza dallo Strike dell’attività sottostante. 
Scadenza: Open End (non hanno una data di scadenza) 


39 Mini Futures su indici
19 Mini Long (rialzisti) e 20 Mini Short (ribassisti) sull’indice italiano FTSE/MIB, l’indice Eurostoxx50 ed il DAX tedesco. 
Leva: le leve sono variabili e dipendono dalla distanza dallo Strike dell’attività sottostante. 
Scadenza: Open End (non hanno una data di scadenza) 


Ogni Mini Futures, in baseallo Strike e al livello di Barriera, ha una certa leva finanziaria che consente a ciascun investitore di valutare la propria propensione al rischio. Va però ricordato che la leva finanziaria di questi strumenti non è fissa, bensì varia nel tempo: la leva aumenta all’avvicinarsi del livello del sottostante allo Strike e diminuisce man mano che si allontana. 


Un meccanismo di stop loss automatico interviene, nel caso di scenario di mercato contrario alla strategia sottesa al certificate, per limitare la perdita massima al capitale investito. In caso di stop loss, l’emittente pagherà un valore di rimborso che in casi estremi potrà essere nullo ma mai negativo. 















 

Tag: AZIONI, BULL OR BEAR, CERTIFICATI, FUTURES, INDICI, INVESTIMENTI, INVESTMENT, LEVA, LEVA FINANZIARIA, SEGNALI, TRADING

 
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla newsletter
di ITForum »