Dow Jones col fiatone

Giorgio Benetti cmcmarkets.it

giovedì 23 marzo 2017

Dalla fine del 2008 e per tutta la “Grande Crisi” ci siamo abituati a un contesto finanziario dove dettano legge i banchieri centrali delle principali aree valutarie. Prima Bernanke e Trichet, poi Yellen, Draghi e Kuroda hanno combattuto per evitare un crack del sistema e risollevare l’inflazione, depressa da una domanda stagnante e materie prime in caduta libera.

Per vincere le Banche centrali hanno messo in campo tutto l’arsenale possibile e traghettato i mercati anche in mari poco esplorati. Da metà 2016 il “paradigma” è però cambiato e la politica si è ripresa la scena con la Brexit e Donald Trump. Proprio le promesse del nuovo presidente hanno spinto i mercati azionari al rialzo, in un rally stupefacente e inarrestabile, almeno fino a questa settimana.



Fonte: Piattaforma Next Generation di CMC Markets; marzo 2017


In questi giorni però il Dow Jones ha subito una battuta di arresto per il momento non preoccupante, ma significativa. Il cosiddetto Trump rally si è alimentato sulle attese di incisivi interventi sul fronte fiscale e della de-regolamentazione per le grandi banche. Tuttavia, in questo momento, il mercato sembra mettere in discussione la capacità esecutiva della nuova amministrazione; ad esempio, si teme possano emergere difficoltà nel promuovere alcune modifiche alla riforma sanitaria voluta da Obama.

Così ci si interroga se si tratti di una correzione di breve termine o l’inizio di una discesa più profonda.



Fonte: Piattaforma Next Generation di CMC Markets; marzo 2017


Dal grafico (sopra) possiamo vedere come il Dow Jones abbia rallentato la sua discesa dopo la rottura della trendline rialzista: per ora l’indice resta al di sopra della media mobile a 50 periodi, che andrà tenuta d’occhio per verificare se fungerà da supporto dinamico. Altro livello chiave da monitorare è il 23.6% di Fibonacci posto in area 23.350 punti poiché, nel caso in cui non tenesse, si dovrà fare riferimento al 38.2% che si trova in area 19878 punti.
Come spesso accade in queste situazioni, a riprendere quota è l’oro rimbalzato sul supporto posto in area 1200 $ (toccato a metà marzo): ora il metallo prezioso sta per andare all’attacco della media mobile a 200 periodi da cui è stato respinto a fine febbraio.



Fonte: Piattaforma Next Generation di CMC Markets; marzo 2017


Dal grafico si evince come l’oro sia in una fase decisiva, vista anche la vicinanza della trendline ribassista, il cui superamento potrebbe aprire la via ad una nuova risalita verso i 1300 $ all’oncia, punto dal quale è partita la discesa subito dopo l’elezione presidenziale di Trump.
Per quanto riguarda i mercati valutari, vediamo il dollaro perdere terreno nei confronti delle altre principali valute. In particolare contro lo yen, dopo aver fatto segnare un doppio massimo in area 118.65, sta ripiegando verso area 110, oltre la quale c’è spazio per ulteriori discese, con la media mobile a 200 periodi che in questo momento è posta in area 108.



Fonte: Piattaforma Next Generation di CMC Markets; marzo 2017


A questo punto non resta che attendere l’esito delle decisioni del Congresso Usa in merito alla riforma sanitaria per verificare la tenuta della leadership di Trump in sede istituzionale nel primo e vero braccio di ferro che lo vedrà scontrarsi contro l’opposizione dei democratici e dei conservatori più lontani dalle sue posizioni.


A cura di Giorgio Benetti, Analista di CMC Markets
www.cmcmarkets.it/market-analysis
 
DISCLAIMER
Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario.
Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online e dei CFD, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi









 


Tag: ANALISI TECNICA, BORSA, BULL OR BEAR, COMMODITY, FINANZA, FOREX, GRAFICI, INDICI ESTERI, INVESTMENT, METALLI, ORO, SUPPORTI E RESISTENZE, TREND, VALUTE

 
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla newsletter
di ITForum »