Enel va, crolla Saipem

Francesco Cerulo VisionForex.info

venerdì 25 agosto 2017


Meglio partire da chi sta risplendendo: Enel!

Le sue quotazioni in questo 2017 sembrano avere una sola direzione, ben consolidata da tempo e senza la presenza al momento di alcuni segnali di incertezza. Gli operatori sembrano puntar forte sul titolo, che di settimana in settimana, alza l’asticella della propria quotazione.

Dopo aver abbattuto la soglia psicologica dei 5€, i prezzi stanno consolidando al di sopra di questo livello, pronti ad una nuova direzionalità a favore del trend primario. Quali segnali possiamo captare allora ?

Operativamente la scelta ricadrà maggiormente sul cercare posizioni long e sul breve, un break rialzista confermato al close daily di quota 5.12€, potrebbe aprire le porte per nuovi rialzi con target individuabili in area 5.25€ prima e 5.35€ poi.

Avventurarsi in posizione corte sul titolo è a dir poco azzardato. La trendline presente in figura sottolinea la forza del trend in essere, e lo scenario potrebbe cambiare soltanto con la rottura della stessa…ma sono necessari ribassi che riportino i prezzi in area €4.90-4.80 e lì, saranno da valutare le candele in ottica di price action per poter cogliere segnali utili, eventualmente al ribasso.


Altro destino purtroppo per il titolo Saipem… il grafico allegato mostra tutta la difficoltà che sta incontrando il titolo sul mercato. Ormai possiamo notare come il 2017, abbia visto finora soltanto vendite, con le varie prese di beneficio di posizioni corte aperte in precedenza e nuove accelerazioni ribassiste.

Dal fronte news: nelle ultime ore sono arrivate brutte notizie su una società leader del settore che naviga veramente in cattive acque e tutto ciò provoca ripercussioni negative su tutte le società del settore di riferimento.

Questo quadro tecnico sommato al quadro delle notizie, provocherà a mio avviso ancora debolezza, ma cerchiamo di concentrarci sui prezzi:

  • un eventuale break ribassista di quota 3€ (minimi di febbraio 2016) aprirebbe le porte ad accelerazioni ribassiste importanti con target individuabili a 2.85€ prima, 2.67 poi … ed infine non è da escludere anche un affondo a 2.60€.
  • Per il momento non ci sono segnali di un possibile recupero: potete notare infatti come il canale ribassista, presente in figura, sottolinei la configurazione di debolezza in corso e finchè i prezzi si trovano all’interno dello stesso, risulta quasi impossibile azzardare ipotesi rialziste sul titolo.

 

Buon Trading

F.C.@Team Visionforex








 


Tag: BULL OR BEAR, PETROLIO, SEGNALI, TREND

Titoli: ENEL, F, SAIPEM

 
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla newsletter
di ITForum »