I magnifici otto di Banca IMI

Manuel Carulli ITF News

mercoledì 16 novembre 2016

Debuttano quest’oggi, 16 novembre, sul segmento SeDex di Borsa Italiana 8 nuovi Bonus Cap Certificate emessi da Banca IMI, che hanno come sottostanti le principali blue chips italiane (vedi tabella in fondo). I Certificate avranno durata un anno, con scadenza fissata il 13 novembre 2017.

Il meccanismo del Bonus Cap prevede che l’investitore riceva un “premio” (Bonus) a condizione che non venga violata la Barriera. Per gli 8 certificati appena quotati il rendimento può oscillare da un minimo del 7.10% annuo nel caso di Eni, fino al 13,2% annuo nel caso di Mediobanca.

Ma attenzione: per questi 8 Bonus Cap la Barriera verrà osservata soltanto a scadenza; di conseguenza anche se il sottostante nei prossimi dodici mesi dovesse scendere sotto il Livello Barriera non vi sarà alcuna penalizzazione per gli investitori. Infatti, affinché venga corrisposto il “premio” sarà sufficiente che il 13 novembre 2017 il sottostante sia maggiore o uguale del Livello Barriera.

Come si può osservare dalla tabella sottostante il livello delle Barriere oscilla dall’80% di Enel, fino al 60% di Unicredit, con la maggior parte degli altri titoli intorno al 75%.

Ciò significa che un investitore per essere penalizzato dovrà vedere, ad esempio, il titolo ENI finire sotto i 10 euro o il titolo Telecom Italia quotare sotto i 50 centesimi, valori ad oggi piuttosto difficili da immaginare, considerando anche i risultati delle recenti trimestrali.

In ogni caso, qualora il 13 novembre 2017 il sottostante fosse sotto la Barriera gli investitori subiranno una perdita pari a quella che avrebbero realizzato investendo direttamente nella blue chips sottostante.





 

Tag: BANCHE, CERTIFICATI, INVESTMENT

Titoli: ENEL, ENI, MEDIOBANCA, TELECOM ITALIA, UNICREDIT

 
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla newsletter
di ITForum »