Nyse col fiato corto

Eugenio Sartorelli investimentivincenti.it

lunedì 29 maggio 2017

Vediamo di trarre qualche utile indicazione da uno dei principali indicatori di “Massa” (tali li definisce chi scrive) poiché aiutano a comprendere la reale inerzia del mercato e le sue variazioni. Cercheremo soprattutto di capire se l'attuale fase di massimo ha potenzialità di prosecuzione.


Per essere più precisi useremo l’Indicatore Rialzi/Ribassi che tiene conto anche dei Volumi: in questo modo ogni titolo è pesato in base alla sua partecipazione al rialzo o al ribasso e si hanno indicazione più precise.


La caratteristiche di questi Indicatori di Massa è di essere costruito con valori cumulati (ovvero sommati di volta in volta) e non con valori mobili come la maggioranza degli Indicatori dell’Analisi Tecnica. Ciò è di notevole utilità, poiché aiuta a confermare o meno livelli di Prezzo di minimi/massimi, supporti/resistenze, rotture. Elevato valore hanno anche le eventuali divergenze, che possono essere anticipatrici di inversioni di rilievo.


Vediamo il grafico di Nyse con il suo Indice cumulativo dei Rialzi/Ribassi Volumi (dati giornalieri a partire da inizio gennaio 2015 ed aggiornati alla chiusura del 26 maggio 2017):





Come si vede dal grafico l’Indice R/R Volumi (linea blu) segue assai fedelmente l’Indice Nyse.


Il fatto di rilievo è come dai massimi di inizio marzo del Nyse (vedi freccia in alto) i prezzi si siano mantenuti su livelli elevati e proprio in chiusura di questa settimana si siano portati su livelli analoghi. In contemporanea l'Indice R/R ha avuto un andamento decrescente. Una chiara divergenza che ci suggerisce come per ora non vi sembrano essere solidi presupposti per una decisa rottura rialzista dei prezzi.


Vediamo ora se possiamo avere qualche utile indicazione dall’Indice dato dalla differenza del numero di titoli che fanno nuovi Massimi (nell’ultimo anno) meno i nuovi Minimi:





La linea blu è una media mobile esponenziale a 13 periodi del New H/L (linea azzurra), media che è quella più importante da seguire - la linea orizzontale tratteggiata è la linea di equilibrio (o linea dello 0). Si noti come questo Indicatore metta anche in luce l’aspetto Ciclico dei prezzi del Nyse.


Qui si è evidenziato (vedi freccia) come dai minimi relativi del Nyse di inizio novembre 2016 vi sia stata una costante tendenza rialzista. In contemporanea l'Indice New H/L ha fatto segnare dei massimi decrescenti. Una ulteriore conferma della divergenza vista sul 1° grafico. Pertanto anche questo indicatore ci suggerisce che per ora sembra mancare una forza propulsiva al Nyse per fare nuovi massimi ben superiori a quelli attuali.


Ricordo sempre che questa è chiaramente una lettura probabilistica in base ai dati a disposizione fino ad oggi ed che i dati futuri potrebbero portare maggiori conferme (ma anche smentite) di questa lettura. Inoltre eventi esogeni ed inattesi possono condurre a movimenti fuori statistica.


Eugenio Sartorelli


Segnalo il mio prossimo Corso Analisi e Trading con i Cicli – 11-12 giugno
Per info ed iscrizioni: http://www.investimentivincenti.it/default.asp?pag=Corso_Cicli_Trading












 

Tag: ANALISI TECNICA, BORSA, INDICATORI E OSCILLATORI, INDICI, TRADING, WALL STREET

 
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla newsletter
di ITForum »