Piazza Affari col fiatone

Gaetano Evangelista Ad Age italia

venerdì 8 settembre 2017


Ci siamo abituati bene. Alla fine di agosto, nell’ambito delle prime 25 piazze azionarie mondiali per capitalizzazione, Piazza Affari spiccava, con un saldo annuale provvisorio del 14% (e del +18% considerando anche i dividendi).

 

Naturalmente c’è chi fa meglio, ma sono tutte borse emergenti. Se si esclude che il nostro listino sia “immergente”, dobbiamo congratularci per il fatto che la borsa italiana per una volta svetta nel G7; se si considera che, in valuta locale, la seconda posizione è rivestita nientemeno che dallo S&P500, che consegue la doppia cifra percentuale. Facciamo meglio persino della Spagna.

 

Non è il caso però di adagiarci sugli allori. Le performance vanno e vengono. Le sovra-performance, ancora di più.

 

Il meccanismo del mean reverting in questo secondo caso è puntuale e implacabile. Dal 1999 in avanti si contano cinque casi in tutto, di extraperformance su base annuale superiore ai 15 punti percentuali, a favore dell’indice MIB, rispetto all’Eurostoxx50. La figura in basso mostra i casi più recenti.

 

 

Balza subito all’occhio la precarietà di questa posizione. Piazza Affari ha iniziato a far sensibilmente meglio delle altre piazze continentali, dallo scorso quarto trimestre. Il gap di performance annuale è salito da valori inferiori al -20%, a valori ora superiori al +15%. Circostanza inconsueta, per l’appunto…

 

In tutti i casi precedenti, il conseguimento di questo traguardo è stato seguito dall’avvio pressoché immediato di un movimento contrario: con la borsa italiana che ha iniziato in tempi brevi a sottoperformare l’Eurostoxx. In tre dei quattro casi, la perdita di terreno è stata non soltanto relativa, ma anche assoluta.

 

Sorvolando su quest’ultima eventualità – dopotutto il campione a disposizione è troppo ristretto per pervenire a conclusioni definitive – la sensazione è che, giunti a questo punto, sia giunto il momento di sottopesare il listino nazionale e (se proprio si condivide un orientamento bullish sui mercati azionari) privilegiare le altre piazze europee.









 


Tag: ANALISYS, ANALISI TECNICA, BORSA, BORSA ITALIANA, INDICI, INDICI ESTERI, INDICI ITALIANI, TRADING

Titoli: DJ EUROSTOXX50, FTSE MIB, RISTRETTO

 
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla newsletter
di ITForum »