Profumo d’Intesa

Redazione Websim

martedì 11 luglio 2017

Il prodotto emesso da Unicredit vale 108 euro e sarà rimborsato nel giugno 2018 a 120,5 euro se nei prossimi 11 mesi Intesa non toccherà mai la barriera, posta a 1,995 euro. Acquistando il Bonus Cap indicato (codice Isin DE000HV4CAS5) l’investitore può quindi ottenere un rendimento di quasi il 12%: la condizione è che il sottostante, l’azione Intesa Sanpaolo non perda più del 30% nei prossimi 11 mesi.


In Borsa nessuno può mettere la mano sul fuoco dicendo che assolutamente, mai, un certo titolo perderà il 30%. Certo è che una caduta così pesante per Intesa appare molto improbabile. Perlomeno non è contemplata da 38 dei 39 analisti che hanno una copertura sulla banca. Solo l’ultra pessimista Eoin Mullany di Berenberg ha un target price di medio-lungo periodo inferiore alla barriera del certificate, posta a 1,995 euro. Diciannove analisti consigliano di comprare.


Anche noi di Websim confermiamo la nostra raccomandazione INTERESSANTE a ridosso dell’acquisto di Veneto Banca e di Banca Popolare di Vicenza, un’operazione che già nel medio periodo porterà benefici in termini di miglioramento dei ratio patrimoniali. Il nostro target price è 3,20 euro, 20 centesimi di euro sopra il target price medio fornito dal consensus di Bloomberg.


Il Bonus Cap Certificate (emesso da Unicredit) qui segnalato potrebbe essere una via alternativa all’investimento sul titolo, una strada che potrebbe risultare gradita a quelli meno ottimisti di noi, ma anche meno pessimisti del solitario Mullany. La protezione del 30% permette di stare relativamente tranquilli da qui alla scadenza, nel corso dei mesi accidentati che vedranno esaurirsi la spinta della politica monetaria ultra espansiva delle banche centrali.


LE CARATTERISTICHE DEL BONUS CAP

Riepiloghiamo le caratteristiche dell’investimento su Intesa Sanpaolo attraverso il certificate Bonus Cap.
* Strike: 2,85 euro
* Barriera di tipo continuo a 1,995 euro
* Quotazione odierna di Intesa Sanpaolo: 2,86 euro
* Ultimo giorno di negoziazione 12 giugno 2018
* Bonus 120,5 euro
* Cap 120,5 euro
* Prezzo del certificate 108,0 euro


Se da qui al prossimo giugno l’azione Intesa Sanpaolo non scenderà mai fino a toccare la barriera, l’investitore incasserà alla scadenza il bonus (120,5 euro). In caso di evento barriera, il certificate perde il bonus e diventa un replicante del sottostante: in questo caso il rimborso finale sarà in funzione della quotazione di Intesa alla scadenza: con Intesa Sanpaolo a 1,95 euro, si incassano 68,4 euro.


Intesa Sanpaolo vale in Borsa intorno a 2,86 euro, in prossimità dei massimi dell’ultimo anno e mezzo: da inizio anno il guadagno è del 21%. A seguito delle condizioni favorevoli ottenute dallo Stato, la doppia acquisizione di Banca Popolare di Vicenza e di Veneto Banca non avrà ripercussioni negative dirette sul gruppo guidato da Carlo Messina (nella foto).


  Resta la grana dei 3900 impiegati in esubero e le 600 filiali da chiudere, operazione niente affatto semplice che la stessa banca, in un comunicato diffuso ieri, ha definito “senza precedenti in Europa”. Ma la società sembra volerla affrontare senza indugio, la nuova direzione che ingloba le due banche venete salvate è già stata costituita, le prime uscite potrebbero essere già dopo l’estate.


Il disturbo preso è stato ampiamente compensato, visto che il Tesoro ha messo a disposizione 1,28 miliardi di euro proprio per gestire i prepensionamenti. La banca ha ottenuto anche 1,5 miliardi di euro a copertura dei rischi legali, 3,5 miliardi di euro di dotazione iniziale per prendersi in carico 26 miliardi di euro di crediti in sofferenza, un’opzione put da 4 miliardi di euro sulla parte più rischiosa del portafoglio in NPL.


Secondo i calcoli di Equita, l’operazione è in grado di aumentare di circa l’1% il ritorno sul capitale tangibile, a circa il 13%, questo dovrebbe concretizzarsi in incremento del risultato netto annuo di circa 400 milioni di euro.


Chi segue le nostre strategie, potrebbe ricordare che a metà marzo di quest’anno, avevamo proposto un altro Certificate Bonus Cap su Intesa Sanpaolo, quello identificato dal codice Isin DE000HV4B2W0. Segnalato a 101 euro, oggi si può vendere a 117,6 euro. Visto che l’investimento ha già dato buoni frutti, avendo generato un ritorno potenziale del 16,5% in tre mesi e mezzo, si può vendere il certificate comprato a marzo, acquistando al suo posto, quello segnalato oggi.


www.websim.it






 


Tag: ANALISI TECNICA, AZIONI, BANCHE, BORSA, CERTIFICATI, INVESTMENT

 
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla newsletter
di ITForum »