Superdollaro al capolinea, forse

Andrea Martella Analista CMC Markets

giovedì 8 giugno 2017

Il Dollar Index, l’indice che confronta il biglietto verde con un paniere di valute, è rimbalzato in settimana, dopo la chiusura di martedì 6 giugno che ha fatto registrare il nuovo minimo dallo scorso 4 novembre.

La debolezza del dollaro è anche alimentata dal timore da parte dei mercati che la testimonianza dell’ex capo dell’FBI Comey possa mettere in cattiva luce l’amministrazione Trump, rallentando di conseguenza il processo della riforma fiscale.

Al momento il Dollar Index quota appena sotto i 97 e si muove all’interno del canale ribassista evidenziato in azzurro sul grafico. La struttura del trend rimane stabile e per il momento non ci sono segnali di inversione.
Fonte: Piattaforma Next Generation di CMC Markets; Giugno 2017





Intanto si osservano segni di debolezza per euro-dollaro. Il cross EUR/USD sul grafico a 4 ore mostra un rallentamento del trend primario al rialzo.
La struttura dei prezzi rimane intatta, con il grafico dei prezzi che disegna minimi e massimi crescenti, anche se il rialzo della coppia sembra in questi giorni perdere smalto.

Infatti notiamo che la media mobile a 50 periodi è pressocchè piatta, mentre l’RSI(14) si è portato sotto i 50 punti ed è rivolto verso il basso, sottolineando la decelerazione del cross.

Inoltre è possibile evidenziare una divergenza tra i minimi rialzisti dell’EUR/USD e i massimi ribassisti dell’oscillatore RSI.


Fonte: Piattaforma Next Generation di CMC Markets; Giugno 2017


Un’ulteriore conferma della perdita di forza del trend al rialzo arriva dalle fan line di Gann che partono dalla seduta del 12 maggio 2017, giorno in cui la moneta unica ha ripreso il rally rialzista nei confronti del biglietto verde guadagnando 400 pips in 10 giorni.

Le fan line, attraverso l’inclinazione dei raggi che partono dal 12 maggio, mostrano come il trend, inizialmente molto positivo, perda potenza.
Generalmente l’abbandono di una linea da parte del prezzo sposta il target sulla linea successiva con inclinazione inferiore.

Nel nostro caso, la prima perdita significativa di forza dell’EUR/USD viene evidenziata il 18 Maggio, con la quotazione che attraversa la linea 1x2 dirigendosi verso la 1x1, che viene rotta una settimana dopo, il 25 Maggio. Al momento l’EUR/ USD si sta avvicinando pericolosamente alla 2x1, che se attraversata potrebbe frenare ulteriormente i rialzi della coppia.

Da monitorare ovviamente anche il livello di resistenza posto a 1,1285, che identifica il massimo di periodo registrato il 2 giugno 2017, superato il quale potrebbero verificarsi ulteriori rialzi.


Dollaro Yen ribassista
Il cross USD/JPY si muove all’interno del canale ribassista evidenziato in giallo sul grafico (sotto). La struttura dei prezzi, formata da minimi e massimi decrescenti, rimane stabile.

L’oscillatore RSI(14) stabilmente sotto i 50 punti, ma raramenta in zona 30, conferma che il trend ribassista non è forte, ma è comunque persistente.


Fonte: Piattaforma Next Generation di CMC Markets; Giugno 2017

Da monitorare il supporto posto a 108,13, minimo di periodo toccato il 17 Aprile scorso, rotto il quale potremmo assistere ad un’accelerazione dei prezzi al ribasso.

Ad ogni modo il ribasso del cross Dollaro-Yen rispecchia più la debolezza del dollaro che una reale forza dello Yen. Infatti, nonostante il dollaro da metà dicembre abbia perso molto terreno, come mostrato dal grafico del Dollar Index, lo Yen non ha performato al meglio nell’ultimo periodo.
In particolar modo, a partire da metà aprire, lo Yen sembra sotto pressione.

Sul grafico, con una linea viola, abbiamo voluto confrontare la performance del USD/JPY con quella dell’EUR/JPY.


A cura di Andrea Martella, Analista di CMC Markets
www.cmcmarkets.it/market-analysis
 
DISCLAIMER
Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario.
Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online e dei CFD, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi.






 

Tag: ANALISI TECNICA, BORSA, BULL OR BEAR, CFD, DOLLARO, FOREX, GRAFICI, SEGNALI, TRADING, TREND, VALUTE, YEN

 
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla newsletter
di ITForum »