“Trading veloce con i costi più bassi”

Manuel Carulli Directa simpa

giovedì 11 maggio 2017

Dott. Marino, da quasi 20 anni, poco dopo la sua nascita avvenuta nel 1996, Directa Sim offre servizi di trading online ai clienti di banche convenzionate. Qual è la fotografia di oggi?


La prima convenzione fra Directa e una banca risale al 1998, quando internet in Italia era ancora molto giovane e tutto da scoprire. Da allora le banche che hanno scelto Directa come partner per il servizio di Trading online sono cresciute in maniera costante, per arrivare ai giorni nostri dove possiamo vantare quasi 200 istituti convenzionati.
In realtà la soglia delle 200 convenzioni era stata ampiamente superata ma in virtù dei processi di fusione fra vari istituti di credito il numero complessivo è sceso sotto quota 200. Sono cresciuti gli sportelli e, dato sicuramente importante, i clienti fruitori del servizio. Per la stragrande maggioranza si tratta di Banche di Credito Cooperativo, Casse Rurali e Casse Raiffeisen anche se non dobbiamo dimenticare le Banche Popolari, le Casse di Risparmio e le altre realtà bancarie che collaborano con Directa.
Oggi è molto difficile scattare una fotografia attendibile che renda bene l'idea di quello che è il panorama bancario italiano, a maggior ragione se ci caliamo nel mondo del Credito Cooperativo dove sono in atto importanti e radicali cambiamenti. I già citati processi di fusione e la creazione di tre poli aggreganti a livello nazionale (ICCREA, Cassa Centrale Banca e Cassa Centrale Raiffeisen) ha portato fermento nel settore. A livello generale, le sfide che il mondo bancario italiano si trova a fronteggiare sono sicuramente importanti, non da meno quelle che vedono protagonista il mondo del Credito Cooperativo. 


In pratica si può essere clienti diretti o indiretti di Directa Sim, cambia qualcosa per il cliente?

Per il cliente Directa, avere il conto direttamente in Sim o preso una delle banche convenzionate cambia poco, il servizio di Trading è lo stesso in tutto e per tutto; la banca offre la comodità di una vicinanza effettiva al cliente (magari per qualcuno non è poi un elemento discriminante, ma per molti clienti risulta ancora importante avere un contatto 'diretto' e non solo on line). C'è poi un elemento di sicurezza: i conti bancari sono protetti per un importo di 100.000 euro mentre quelli della SIM per 20.000. 


Una curiosità, svolgete anche un servizio di vendita di oro fisico per i clienti di altre banche?

Ormai da alcuni anni Directa collabora con Italpreziosi spa di Arezzo per offrire alle banche convenzionate il servizio di negoziazione di oro fisico (monete e lingotti). È stata sviluppata una piattaforma tramite la quale le banche, per conto dei loro clienti, possono inserire degli ordini di acquisto e/o di vendita di lingotti è monete d'oro. Sono una settantina le banche attive con il servizio e nello scorso anno sono state effettuate diverse operazioni per controvalori decisamente importanti. In questo caso non stiamo parlando di Trading ma di un servizio che permette alle banche di offrire ai clienti un servizio completo: non solo la vendita ma anche un eventuale riacquisto.


Quali sono le peculiarità delle vostre piattaforme?

L’esperienza maturata in questi anni ci consente di focalizzarci su di un unico obiettivo, quello di fornire il trading più veloce con i costi più bassi. Per fare ciò le nostre piattaforme di trading vengono sviluppate internamente, anche perché questo ci permette di avere un prodotto più flessibile ed adattabile alle diverse esigenze dei mercati che sono sempre in evoluzione. 

  

Directa sarà presente alla prossima edizione di ITForum, 18 e 19 maggio, Palacongressi di Rimini

 
  Ti aspettiamo a ITForum!

 
Clicca per sfogliare l'Event Book in anteprima

 
Clicca qui per vedere il video di ITForum 2017

 
Consulta il Programma completo, CLICCA QUI





 

Tag: BANCHE, METALLI, ORO, TRADING

 
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla newsletter
di ITForum »