Wall Street tra le nuvole

Giorgio Benetti cmcmarkets.it

venerdì 5 maggio 2017

Se il 2016 ci aveva abituato a grandi sorprese elettorali, il 2017 sembra voler rispettare i pronostici dei mercati e anche le previsioni dei sondaggisti politici, che hanno azzeccato in modo quasi sorprendente il risultato delle elezioni politiche francesi. Mercoledì sera nemmeno la Fed ha preso alla sprovvista gli operatori, confermando come la frenata nel tasso di crescita del Pil registrata nel primo trimestre sia da considerare come transitoria e, di conseguenza, la linea di politica monetaria non cambierà. Il prossimo aumento dei tassi si verificherà con ogni probabilità nella prossima riunione di giugno, mentre il successivo rialzo dovrebbe avvenire dopo l’estate.

Ulteriore conferma di questo clima di fiducia arriva anche dall’andamento del Vix, l’indice che misura la volatilità desunta dalle opzioni sull’indice S&P 500, che ha toccato il livello di 9, il minimo degli ultimi 10 anni. Molti commentatori hanno sottolineato come questa circostanza si sia verificata nel 2007 ed è stata poi seguita da un crollo storico del mercato, anche se è giusto come una simile situazione sia accaduta anche nel 1993, a cui però è seguito un rialzo significativo dopo una breve correzione.

Non ci resta che dare un occhio agli indici americani per poter trarre delle indicazioni operative utili in questo contesto di mercato. Partiamo dall’analisi del Dow Jones, che a fine febbraio ha toccato i massimi storici a 21165, sulla spinta dell’ormai celebre Trump Rally.


Fonte: Piattaforma Next Generation di CMC Markets; maggio 2017

L’impulso rialzista sembra aver perso un po’ di smalto nell’ultimo mese, andando incontro ad una leggera correzione che lo ha portato nelle vicinanze del 23.8 di Fibonacci, livello trovato considerando il rally partito dalla notte elettorale. Settimana scorsa alla pubblicazione dei risultati elettorali in Francia, l’indice ha ripreso quota senza però riuscire ad aggiornare i massimi storici, mentre l’Rsi ha evidenziato una divergenza ribassista. Da monitorare con grande attenzione l’area di supporto posta a quota 20300 punti ed eventualmente quella di 19760 punti che corrisponde al 38.2 di Fibonacci. In caso invece di una rottura di 21165 si potrebbe aprire un rialzo verso il livello di 21500 punti.

In miglior forma il Nasdaq in questa fase, spinto al rialzo dalle buone performance delle big tecnologiche che stanno trascinando tutto il settore.


Fonte: Piattaforma Next Generation di CMC Markets; maggio 2017

In questo caso possiamo vedere come l’indice sia in prossimità dei massimi storici, con l’Rsi che è saldamente in area di ipercomprato, segno della forza e della persistenza del trend attualmente in atto. In caso di eventuale correzione è da tenere sotto stretta osservazione la media mobile a 50 periodi che per ben due volte ha sostenuto il prezzo nel corso di questo impulso rialzista. Anche in questo caso utilizziamo i livelli di Fibonacci per individuare possibili livelli di supporto nel caso in cui ci fosse una correzione di breve termine.

Anche lo S&P 500 è molto vicino al massimo di 2400 punti toccato a fine febbraio e dopo il gap rialzista che ha aperto il 24 aprile, si sta muovendo lateralmente con bassa volatilità in un range di una ventina di punti.


Fonte: Piattaforma Next Generation di CMC Markets; maggio 2017

In questo caso l’Rsi si trova in un’area di sostanziale neutralità nell’attesa che il mercato riprenda una direzione precisa, cosa che potrebbe verificarsi o venerdì con la pubblicazione del dato sui non-farm payroll o lunedì con il risultato definitivo del ballottaggio tra Macron e Le Pen. Nel caso di una correzione, sarà da tenere strettamente monitorato il supporto posto a 2315 punti, corrispondente al 23.6 di Fibonacci.


A cura di Giorgio Benetti, Analista di CMC Markets
www.cmcmarkets.it/market-analysis
 
DISCLAIMER
Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario.
Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online e dei CFD, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi


 

CMC Markets sarà presente alla prossima edizione di ITForum, 18 e 19 maggio, Palacongressi di Rimini.

 
  Ti aspettiamo a ITForum!

 
Clicca per sfogliare l'Event Book in anteprima

 
Clicca qui per vedere il video di ITForum 2017

 
Consulta il Programma completo, CLICCA QUI

Tag: ANALISI TECNICA, BORSA, BULL OR BEAR, FIBONACCI, INDICI, WALL STREET

 
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla newsletter
di ITForum »