Petrolio

MATERIE PRIME

Barile in equilibrio (precario)

Maurizio Mazziero
Mazziero Research

lunedì 7 agosto 2017

Nel secondo semestre si potrebbe evidenziare un mercato in deficit, con possibili ulteriori allunghi verso i 55 dollari, ma occorre che l’OPEC riduca ulteriormente la produzione

STRUMENTI D’INVESTIMENTO

Rendimento a sei zampe

Websim Redazione

mercoledì 2 agosto 2017

Da Banca IMI un certificato su ENI, guadagno potenziale del 9% annuo, con barriera posta a 11.616 euro

MATERIE PRIME

Corsa all’oro (e al barile)

Carlo Vallotto
Responsabile del sito metalli-preziosi.it

lunedì 31 luglio 2017

La discesa del Dollari Index rilancia i lingotti, mentre l’oil recupera quota 50$

BORSA ITALIANA

Saipem, dal paradiso all’inferno

Salvatore Gaziano
Strategist SoldiExpert.com

mercoledì 26 luglio 2017

Nello scorso decennio è stata la migliore blue chip di Piazza Affari (+566%). Poi, dal 2012, è iniziato il crollo. Una storia esemplare che dimostra l’importanza di avere portafogli flessibili

CFD

La Bce non frena l’euro

Giorgio Benetti
cmcmarkets.it

venerdì 21 luglio 2017

Le parole caute di Draghi non cambiano il sentiment su EUR/USD dopo la rottura di 1.15

MATERIE PRIME

Trivelle a pieno ritmo

Maurizio Mazziero
Mazziero Research

giovedì 20 luglio 2017

Il periodo estivo sta riducendo le scorte di petrolio negli Stati Uniti ma la produzione continua a salire e nel 2018 segnerà il record dal 1970

GRAN BRETAGNA

L’incognita Brexit

Neil Williams
Hermes Investment Management

martedì 11 luglio 2017

I negoziati con l’UE dureranno anni e la sterlina debole può accendere l’inflazione

MATERIE PRIME

Rischio terremoti da shale oil

Maurizio Mazziero
Mazziero Research

lunedì 10 luglio 2017

Trivelle in aumento negli Usa con il barile che oscilla tra 42,50 e 47,50 dollari, ma sotto la roccia cresce anche l’attività sismica. Ad esempio, in Ocklaoma

BELPAESE

Banche popolari, soluzioni impopolari

Richard Flax
Chief Investment Officer Moneyfarm

mercoledì 5 luglio 2017

Il salvataggio delle banche venete può costare ai contribuenti fino a 17 mld di euro, difficilmente recuperabili. Un compromesso a metà, che ha evitato il bail-in o la drastica nazionalizzazione

LONDON FOREX

La corsa dell’euro

Carlo Alberto De Casa
Capo analista ActivTrades

venerdì 30 giugno 2017

Fed incerta e un possibile rialzo dei tassi in Europa già nel 2018 spingono Eur-Usd ai top da un anno

 
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla newsletter
di ITForum »